play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • cover play_arrow

    Onda Web Radio Diamo voce a chi non ha voce!

45 Giri

Eduardo De Crescenzo – Mani (1982) vers. Jukebox

todayMarzo 15, 2022 1

Background
share close

La canzone “Mani “di Edoardo De Crescenzo è un testo di facile orecchiabilità e di squisita musicalità. A prima lettura, sembra quasi una filastrocca, ma se ascoltata attentamente ogni parola acquista un significato ben preciso e dà spazio alle nostre riflessioni.

Protagoniste sono le mani, mani che sanno parlare, che sanno guarire, che sanno pregare. Le mani raccontano, svelano lo stato d’animo, dichiarano l’amore, uniscono.

Queste mani che abbracciano il mondo intero, capaci di dare protezione al bambino innocente, queste mani che si congiungono davanti ad un altare per pregare o per sancire un patto, basti pensare al matrimonio, quando i coniugi si scambiano gli anelli, o quando con il sacramento della Cresima viene posta la mano sulla fronte, queste mani però sono anche capaci di commettere azioni criminose, possono diventare mani assassine, mani spietate che danno la morte.

Queste mani che sanno essere avare, che vogliono solo accumulare ricchezze, tradendo chi sta vicino, come è accaduto a Cristo che è stato tradito per 30 denari, queste mani sanno però essere anche oneste. Le mani dei lavoratori sanno essere vere mani perché capiscono la fatica, sanno cosa vuol dire guadagnarsi un tozzo di pane. Sono mani che sanno di mare, di terra, mani che producono, che scavano per salvare vite umane, come accaduto qualche anno fa per il disastro della valanga di Rigopiano.

Queste allora sono mani pulite, mani che hanno insieme sapore di terra e di mare, ma soprattutto mani che avvicinano l’uomo a Dio e ci permettono di continuare il cammino della vita.

Written by: ondawebradio

Rate it

Previous post

45 Giri

Claudio Cecchetto – Gioca Jouer (1981)

Alzi la mano chi almeno una volta nella vita non ha mai ceduto al fascino ipnotico di Gioca Jouer, magari ubriachi, per puro spirito goliardico o alla festa di compleanno dei vostri bambini. Questo enorme monumento al vuoto musicale di certi anni ’80 fu partorito dalla mente inarrestabile di Claudio Cecchetto, che aiutato dall’ex Goblin, Claudio Simonetti (sì, proprio quello di Profondo rosso e delle colonne per i film di […]

todayMarzo 15, 2022 1

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


La storia di Onda Web Radio, è la storia di un’amicizia trentennale e della volontà di realizzare un sogno. Francesco Palmieri e Rosanna Bennardo sono i protagonisti di questa storia che negli anni si è trasformata in una realtà in continuo divenire. 

Onda Web Radio e TV

Strada Comunale Grottole

c/o Casa della Cultura

80126 – Pianura (Napoli)

Tel. 334.5044491

info@ondawebradio.com

PARTNERS & FRIENDS
SEGUICI E ASCOLTACI