play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • cover play_arrow

    Onda Web Radio Diamo voce a chi non ha voce!

Sociale

Napul’è na carta sporca: un supereroe a servizio della civiltà

todayGennaio 15, 2022 10 2

Background
share close

Napule è na’ carta sporca e nisciuno se ne importa cantava Pino Daniele in una sua celebre canzone del 1977 … oggi ad Imagine – Il Mondo Che Vorrei ho voluto parlare di una lezione di civiltà realmente accaduta nella città di Napoli, per molti versi ancora molto peccatrice di vera inciviltà. Una storia vera, una sorta di moderno supereroe che si batte da tempo per il benessere e il progresso di Napoli: l’Avv. Fabio Procaccini.

Abbiamo messo a punto diversi aspetti dell’inciviltà e strafottenza di ahimè gran parte della popolazione, napoletana ma non solo, ma andiamo con ordine.

Green, come ci piace definire tante cose con termini inglesi vero? Ecco, tralasciando la mia vena ironica al riguardo ( sarebbe per me opportuno parlare di verde, non green visto che siamo in Italia, non abbiamo bisogno di tradurre i nomi delle cose solo per sembrare magari più fighi ), da svariati anni si parla e si fanno vari progetti ( alcuni ancora solo sulla carta ) per rendere le città del futuro non inquinate, non sporche, più verdi appunto! Per trasformare gli attuali centri urbani nelle città sostenibili del futuro, non serve progettare automobili volanti, strade parlanti o altre avveniristiche stravaganze. Le nostre città possono diventare già da adesso “smart” e sostenibili in maniera semplice: esempio? Ridisegnare gli spazi urbani in un’ottica di maggiore fruibilità e accrescere il verde pubblico: è una mossa indicata anche da Legambiente per riqualificare le nostre città e farle uscire dalla cappa di smog. E non servono mirabolanti opere o ingenti capitali: piantare qualche albero, ad esempio, è più che sufficiente per rinfoltire il verde urbano. Oppure possiamo pensare alla raccolta differenziata e la riduzione di sprechi, dei costi di smaltimento e dell’inquinamento ambientale. Plastica, carta, vetro e umido sono i materiali di uso quotidiano più comuni che possono e devono essere correttamente conferiti e smistati. Ma il senso civico e di responsabilità che lega ciascun cittadino al proprio territorio, a volte può non bastare. La gestione della raccolta differenziata in città deve essere 4.0. L’introduzione dei “cassonetti intelligenti” è un esempio lampante. Si aprono con una smart card, sono informatizzati, telecontrollati, videosorvegliati e alcuni modelli sono dotati di pannelli fotovoltaici. Nessuna utopia, semplice realtà: si tratta di una tecnologia già disponibile che aspetta solo di essere utilizzata.

Ora potrei fare un elenco molto lungo di idee per il futuro delle nostre metropoli, ma le cose che mi fanno imbestialire sono 2 in principal modo, la non messa in pratica di tutte le misure adatte alla sostenibilità e la noncuranza dei cittadini. I cumuli di rifiuti per le strade rappresentano un problema abbastanza diffuso in tutta Italia. Non è affatto semplice risolverlo perché gettare per strada un mozzicone di sigaretta, un fazzoletto o un piccolo oggetto. è un gesto istantaneo, ed è praticamente impossibile organizzare un controllo così capillare da consentirne l’accertamento immediato da parte di organi di controllo. Quello che accade quotidianamente sotto i nostri stessi occhi, che spesso fanno finta di non guardare, significa nient’altro che poca cura dell’ambiente ed altissimo tasso di inciviltà. Ecco che per fronteggiare tutto ciò è stata approvata una legge che permette di salvaguardare i nostri paesaggi evitando gli scempi del rifiuti abbandonati per strada, parlo dell’art 255 del D lgs n. 152/2006 che prevede una sanzione che va da trecento a tremila euro per chi abbandona rifiuti per strada, la sanzione è raddoppiata se si tratta di rifiuti pericolosi. L’art 192 del codice dell’ambiente fa divieto di abbandonare rifiuti per strada, nelle acque e nel sottosuolo. Per abbandono si intende il rilascio di scarti di materiale occasionale e discontinuo, tale da creare un minimo impatto ambientale. A coloro che viene contestato l’abbandono di rifiuti sul suolo pubblico viene imposto anche l’ordine del Sindaco di rimozione e in caso di mancata rimozione, si agirà in danno nei confronti del trasgressore che sarà costretto a pagare le somme anticipate dall’amministrazione comunale. Anche il codice della strada all’art 15 lettera F) e F) bis si occupa dell’abbandono dei rifiuti sulla strada e del getto dei rifiuti dai veicoli. Per il primo caso è prevista una sanzione che da 25 a 100 euro nel minimo, per il secondo la sanzione è più alta da € 106 ad € 425. .

Nelle strade sporche e poco curate si è molto più propensi a gettare rifiuti. Chi tende a commettere l’illecito, sarà più portato a farlo se si trova in un contesto di disordine. Spesso si sentono dire frasi del tipo Ma si, butta la carta a terra, tanto la città è già sporca! Niente di più fastidioso da sentire! Spesso i rifiuti vengono abbandonati per pigrizia o per superficialità, non si pensa di tenere un comportamento grave, lo si fa senza pensare. Basta pensare al numero di mozziconi di sigarette che sono sulle strade dell’intero paese, o peggio sulle spiagge. Ecco su questi aspetti è necessario far capire alle persone l’importanza del piccolo gesto. Ognuno che si comporta correttamente fa da esempio e in questo modo i comportamenti virtuosi si diffondono. Importante educare i più giovani, ma anche le altre generazioni.

Ed ecco che arrivo a raccontare una favola vera e propria, una storia di supereroi in chiave moderna direi! Un signore con il pizzetto e un setter al guinzaglio si aggira da qualche tempo per le strade del Vomero. La sera lo si può incontrare dalle parti di via Cilea, con guanti e ramazza, sacchetti (non solo quelli per le feci del cane) e paletta, mentre raccoglie i rifiuti della strada, quelli a cui non provvedono i servizi malfunzionanti di Napoli. Lo fa senza lamentarsi, per puro senso civico. Di chi sto parlando? Bene, proprio del nostro Fabio Procaccini, un uomo che ha deciso di fare giustizia a sé, e di dare il buon esempio a tutti, con un po’ di collaborazione la città sarebbe molto più vivibile e la civiltà potrebbe regnare sovrana! In più ha trovato anche una soluzione geniale per un’altra vera piaga che sovrasta incontrastata oltre a carte e cartacce ovunque, aiuole sporche, arredi urbani malmessi, il parcheggio selvaggio! Come dite? Volete sapere di che soluzione stiamo parlando? Giusto, parliamo delle Multe Civiche! Quante volte ci capita di vedere per strada ad esempio automobili parcheggiate in ogni dove, compreso negli spazi e scivoli costruiti ad hoc per le persone disabili? Oppure, altra cosa che personalmente vedo spesso e opportunamente denuncio in pubblica piazza finendo anche con il litigare, sempre parlando di automobili, quante volte assistiamo a fenomeni del tipo utilizzo spietato di permessi disabili per trovare parcheggio seppur alla guida dell’autoveicolo non c’è una persona disabile? L’inciviltà, credo, va aggredita anche sotto l’aspetto culturale, ma anche con azioni repressive.

Written by: ondawebradio

Rate it

Previous post

45 Giri

Whitney Houston – All at once (1987)

Anche per le grandi star ci sono dei momenti in cui una canzone arriva al grande successo con un po’ di ritardo. Ovviamente dipende dalle strategie commerciali, ma anche da altri fattori, e un po’ anche dal destino. Questa canzone della indimenticabile Whitney era del 1985, in realtà. Venne pubblicata in momenti diversi nelle varie nazioni, senza un vero video promozionale. In generale arrivò al successo nel 1987 quando Whitney […]

todayGennaio 15, 2022 7

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


La storia di Onda Web Radio, è la storia di un’amicizia trentennale e della volontà di realizzare un sogno. Francesco Palmieri e Rosanna Bennardo sono i protagonisti di questa storia che negli anni si è trasformata in una realtà in continuo divenire. 

Onda Web Radio e TV

Strada Comunale Grottole

c/o Casa della Cultura

80126 – Pianura (Napoli)

Tel. 334.5044491

info@ondawebradio.com

PARTNERS & FRIENDS
SEGUICI E ASCOLTACI
0%