play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • cover play_arrow

    Onda Web Radio Diamo voce a chi non ha voce!

45 Giri

Lio – Amoreux Solitaires (1980)

todayGennaio 2, 2022 25

Background
share close

Nei primi giorni di novembre del 1980 entrava nelle hit parade di mezza Europa una ragazzina destinata a rimanere per sempre nell’immaginario dei dinosauri degli anni 80. Diciamo che era la fidanzatina in pectore di tutti quelli che a quei tempi avevano fra gli 8 e gli 80 anni, un po’ come si scriveva sulle scatole dei giochi di società.

Naturalmente era anche la mia fidanzatina segreta, anche se lei non lo ha mai saputo: si chiamava Lio, si pronunciava Liò, portoghese trasferitasi con la madre in Belgio, dove venne scoperta e lanciata da tre tipi curiosi, i Telex. Sì, proprio quelli di “Moskow Diskow”, una delle tante canzoni degli anni 80 uscite prima che iniziassero gli anni 80, ma del resto sappiamo che i veri anni 80 iniziarono addirittura nell’agosto del 1981.

Lio era bellissima, era bravissima, e soprattutto era ottantissima!!!!! Non è una frase banale: Lio era davvero la dimostrazione che i tempi stavano cambiando, culturalmente e musicalmente.

Quando arrivava Lio nelle trasmissioni musicali, faceva dimenticare tutto il resto. Col senno di poi, che personalità aveva questa ragazza che a soli 18 anni, si presenta in camicia da notte e poco altro a cantare una canzoncina semplice ma stupenda, “Amoureux solitaires”, ammiccando ma senza assolutamente scendere nella volgarità, e restando certamente però sul filo della seduzione?

Peraltro, l’avvento di Lio era una vera rarità, perché nel 1980 non esistevano ancora MTV, VideoMusic e i canali all music, e quindi non esisteva ancora il concetto di video, a parte qualche geniale esperimento pionieristico come “Video killed the radio star The 80s opening tune” dei Buggles, e quindi se uno voleva vedere Lio, visto che mancavano ancora una trentina d’anni all’avvento di youtube… doveva per forza aspettare che fosse ospite in qualche trasmissione musicale.

La canzone come dicevamo era semplice, ma solo in apparenza. Era stata scritta da un duo francese molto bravo e molto in voga, Elli et Jacno. Elli era ovviamente Elli Medeiros, cantante e ballerina uruguayana di adozione francese, che avrebbe avuto ulteriore popolarità nel 1986 con “Vamos a bailar calypso”. Jacno, scomparso nel 2009, era un precursore della musica pop francese, e insieme a Elli aveva fatto parte degli Stinky Toys, un gruppo punk francese, e divenne in seguito un grande musicista e produttore.

Lio come dicevamo aveva personalità e talento da vendere, questo era chiaro a tutti benché la ragazzina fosse al suo primo album (ma si era già fatta conoscere in Francia circa un anno prima con “Le Banana split”, che venne poi inserita nello stesso album).

Forse il suo limite fu la scelta di cantare solo in francese, che senz’altro la penalizzò nel Regno Unito e in parte dell’Europa. Dopo altri successi come “Amicalement votre” Lio intraprese più carriere, si può dire, se è vero che ha partecipato a oltre venti film, e oggi è un amatissimo personaggio della televisione francese, sempre bellissima ovviamente. E in tutta questa frenetica attività, ha trovato anche il tempo di avere sei figli!!!

Written by: ondawebradio

Rate it

Previous post

Musica

Matilde: Non so più chi sei

Matilde (al secolo Matilde Rosati) studia pianoforte e canto fin da piccola, iniziando a scrivere le prime canzoni a 21 anni. Nel 2016 frequenta i corsi di tecnica vocale, pianoforte e jazz performing al College of Fine Arts della Boston University, da cui emerge la sua grande passione per la musica. Nello stesso periodo al Berklee College of Music frequenta la Masterclass Improvisational tools in Gospel and Soul Music. Rientrata in Italia si laurea in […]

todayDicembre 29, 2021 15 1

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


La storia di Onda Web Radio, è la storia di un’amicizia trentennale e della volontà di realizzare un sogno. Francesco Palmieri e Rosanna Bennardo sono i protagonisti di questa storia che negli anni si è trasformata in una realtà in continuo divenire. 

Onda Web Radio e TV

Strada Comunale Grottole

c/o Casa della Cultura

80126 – Pianura (Napoli)

Tel. 334.5044491

info@ondawebradio.com

PARTNERS & FRIENDS
SEGUICI E ASCOLTACI
0%