Maurizio De Giovanni, Rino Cesarano, Fabrizio Fabris e Massimo Vignati gli ospiti della prima puntata di Onda Azzurra

NAPLES, CAMPANIA, ITALY - 2018/06/21: Italian writer Maurizio De Giovanni, posing - in the background the Vesuvius and sea. (Photo by Salvatore Laporta/KONTROLAB /LightRocket via Getty Images)
Via al nuovo programma “Onda Azzurra” di e con Massimiliano Alvino e il supporto di Angelo Sollo sulle frequenze di Onda Web Radio e TV.
Nella prima puntata, andata in onda ieri sera alle 21,30, sono intervenuti in diretta al telefono ospiti illustri a cominciare da Maurizio De Giovanni il quale ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Ormai non è più tollerabile ascoltare cori razzisti negli stadi. Ancora una volta a Firenze abbiamo ascoltato parole davvero vergognose, per non parlare di quello che è successo a Koulibaly. Non bisogna abbassare la voce, anzi bisogna alzare la voce. Chiudere gli stadi, penalizzare le società significa un costo per lo spettacolo televisivo. Ed allora credo che non si voglia risolvere il problema. Bisognerebbe far perdere la squadra a tavolino per 0-3 o interrompere la partita. Basterebbe una volta e il problema si risolverebbe. Spalletti ? Ottimo allenatore, veniva da due anni di attività ed in questo periodo è maturato ed è più determinato. Il contesto rispetto a Roma e Milano è diverso. Spero possa avere un buon rapporto sempre con Insigne”
 
Intervenuto anche il giornalista Rino Cesarano: “Pensavo ci volesse più tempo per assimilare schemi ed idee di Spalletti. Il lavoro dell’allenatore toscano è sicuramente anche mentale. Da giugno, lui sapeva che avrebbe allenato gli azzurri, a lui il merito di ridare autostima al gruppo. Sono fiducioso per questa serie A e per il campionato del Napoli. Fondamentali i ritorni di Sinatti e Calzona in questo gruppo che tende a migliorarsi giorno dopo giorno”.
 
Da Terni abbiamo intervistato l’ex giocatore della Ternana e Nocerina, Fabrizio Fabris: “Il Napoli ha fatto un grande acquisto e parlo di Anguissa. Un giocatore che alla lunga può dare grandi soddisfazioni alla squadra azzurra. Diciamo la verità, in pochi lo conoscevano e questo significa che il Napoli ha uno scouting di alto livello”
 
L’ultima intervista l’abbiamo dedicata al presidente del Museo Maradona, Massimo Vignati: “Stiamo vedendo un grande Napoli, siamo felici di essere ritornati allo stadio, speriamo di festeggiare qualcosa di importante a maggio 2022. Maradona ? Per me è stato un fratello maggiore, al Museo che ho a Miano ci sono tanti cimeli dedicati a lui, vi aspetto al Museo dedicato al numero 1 al mondo”.


Onda Azzurra vi aspetta tutti i martedì sera dalle 21,30 alle 22,30 su www.ondawebradio.com e sulle nostre pagine social.
Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *