Diete e Ossessioni: il pericolo corre… sulla bilancia!

Diete e ossessioni

Secondo appuntamento della stagione di Imagine – Il Mondo Che Vorrei, nuova analisi sociale approfondita. Oggi, a cavallo con la fine dell’estate, ho pensato di proporre un tema che in questi periodi è molto sentito da tantissime persone: la dieta! Fin qui tutto normale, nulla di strano su cui discutere penserete, ma non è proprio così. Vorrei parlare non delle diete tradizionali, quelle che magari ci vengono proposte dai nutrizionisti specializzati, ma dalle diete fai da te o, peggio ancora, quelle dannose proposte da fantomatiche aziende o dietologi assolutamente dannose!

La bella stagione volge ormai al termine, l’estate sta finendo giusto per citare riferimenti musicali anni ‘80 a me tanto cari … E come tutti gli anni magari “ci siamo dati un po’ di più da fare” a tavola consumando cibi non proprio salutari e magari molto calorici. Inizia settembre, e con esso anche i cosiddetti sensi di colpa guardandoci allo specchio e notando che magari abbiamo accumulato sul nostro corpo qualche chilo di troppo. Perdere le rotondità e quei chili in più, a volte, può diventare l’obiettivo principale, tale da diventare quasi una vera ossessione… ahimè devo dire, con mio sommo rammarico, che media, social e sedicenti coach alimentari spingono ad un mondo in cui la magrezza è fondamentale e le porzioni dei piatti inesistenti; i principali seguaci di queste “norme” sono, poi, soprattutto il mondo femminile e le adolescenti, spesso con poche certezze nell’ambito dell’alimentazione. Un’altra condizione che si riscontra al giorno d’oggi è l’ortoressia, ovvero l’ossessione di mangiare sano: mangiare correttamente è un bene, ma a volte il pensiero del cibo diventa una fissazione, crea preoccupazione e rende l’alimentazione molto rigida ed eccessivamente severa. Mi viene da citare un luogo comune forse, ma mai come in questi casi molto più che giusto: la virtù sta nel mezzo. Parlo di me, che, in fin dei conti mai sono stato ossessionato dalla dieta, ma che ho spesso commesso errori nell’alimentazione causando anche dei danni per fortuna riparati rivolgendomi però ad un esperto alimentarista: negli anni ho accumulato qualche chilo di troppo, ho mangiato più cibo spazzatura che cibo sano, sono arrivato però ad un punto in cui i valori di colesterolo trigliceridi e altri erano saliti alle stelle, e solo grazie ad una corretta alimentazione imposta dal nutrizionista sono riuscito a riportare il mio corpo in una situazione di normalità.

E’ pur vero, tornando a noi, che veniamo da un periodo in cui rimanendo per molto tempo in casa e non avendo molti stimoli esterni ci siamo rifugiati nel cibo per colmare il vuoto e la paura che la pandemia ci ha causato; ho cercato di approfondire nel corso della pausa estiva di Imagine il tema dell’ossessione delle diete e dell’ortoressia, e ho scoperto addirittura che in casi estremi le persone soggette a questo stato limitano drasticamente anche le classiche uscite con amici, le serate in compagnia e quindi la vita sociale proprio per evitare di toccare cibo non adatto, e l’adolescenza si configura come momento particolarmente a rischio per l’insorgenza di disturbi legati alla sfera del corpo e dell’alimentazione … un dato preoccupante direi!

Ed eccoci arrivati a parlare di un altro punto cruciale dell’argomento di oggi: le diete fai da te ed altre ancora. Ormai siamo inondati di messaggi scorretti, e alle volte pericolosi, che hanno tanto successo sui Social: pseudo dietisti che promettono dimagrimenti lampo, diete miracolose che vi faranno perdere 2 taglie in 1 settimana, testimonianze con fotografie (palesemente ritoccate) del prima e dopo. Il tutto, il più delle volte, solo per riuscire a vendere qualche integratore o tisana dalle dubbie proprietà. Ce ne sono di tanti tipi ed hanno un denominatore comune: promettere miracolose perdite di 5 o più kg in pochi giorni … ma la domanda sorge spontanea, è davvero così?

La dura verità è questa, perdere peso, anzi, dimagrire, non è così semplice. Non basta, dunque, acquistare pillole magiche o seguire per pochi giorni una strana dieta fornitaci dal primo di turno per affrontare il nostro problema! Parecchie persone, poi, si rifanno a diete “particolari” proposte da svariati anni ma che ormai oggi spopolano di tanto in rete e soprattutto sui social, quelle basate su integratori e/o frullati che, sostituendosi ai pasti fondamentali della giornata, promettono di dimagrire e in pochissimo tempo. Per carità, a onor del vero bisogna dire che i risultati si vedono sul serio e velocemente, ma a quale prezzo? Le critiche mosse da vari nutrizionisti esperti del settore, partono dalla considerazione che la sostituzione di 2 o uno dei pasti principali con dei beveroni a basso contenuto calorico, comporta una rapida perdita di peso, abbassando il metabolismo, con la conseguenza che non appena si smette con questo regime alimentare, il riacquisto del peso è quasi immediato.

Nella mia analisi di pura indagine sociale e sottolineo imparziale, mi sono imbattuto anche nella cosiddetta dieta detox che ha una durata di alcuni giorni, solitamente 3, 5 o 7 giorni, ed è finalizzata alla depurazione e all’eliminazione delle tossine dall’organismo. Questa attività naturale del corpo viene per lo più svolta dal fegato, l’organo capace di individuare, tra i milioni di sostanze chimiche che ingeriamo, quali possano essere pericolose per la salute del nostro organismo per poi avviare una serie di operazioni volte a neutralizzarle ed eliminarle. Se poi si prendono in considerazione quelle tipologie particolari di dieta detox in cui si arriva a consigliare il digiuno protratto od il consumo esclusivo di frutta e verdura crude – metodiche che in teoria dovrebbero permettere di eliminare queste fantomatiche “tossine” accumulate nel corpo, allora l’alt si applica anche a soggetti sani. Sono approcci alimentari drastici che se seguiti per troppo tempo portano inevitabilmente a carenze vitaminiche e non solo, con rischio di gravissimi danni per la salute.

Consiglio spassionato: pianificate un’alimentazione fresca, nutriente e ben bilanciata da seguire, senza troppi sacrifici, per tutto l’anno. E in caso di eccessi, ritagliatevi qualche giorno disintossicante per tornare a sentirvi leggeri e in perfetta forma!

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *