Qualche settimana fa, mentre in Italia regnava la “febbre sanremese”, il cantautore Erminio Sinni conquistava l’Eurovision Romania approdando alla fase finale del contest che si terrà questa sera a Bucarest. Il brano in gara, scritto dallo stesso Sinni, insieme a Tiziana Camelin, Alessandro Camponeschi e Mauro Goldsaund, s’intitola “All the love away”.

Proprio qualche settimana fa, durante il nostro programma radiofonico “BarAonda”, Erminio Sinni ci ha raccontato di questa sfida artistica lontana dai confini nazionali che potrebbe concludersi con un cantautore maremmano a rappresentare la Romania alla finale europea di Lisbona, gareggiando contro gli altri paesi, tra cui anche l’Italia.

Sembra uno scenario assurdo ma in realtà non lo è. «Non è tanto strano – spiega Erminio Sinni – All’Eurovision rumeno non siamo gli unici stranieri. Ci sono anche tedeschi, svedesi o francesi e molte canzoni sono in lingua inglese come la nostra. Da un certo punto di vista è un peccato perché trovo giusto mantenere le tradizioni culturali di un paese e quindi la sua madrelingua, ma dall’altra la presenza di concorrenti stranieri non ha niente di inusuale, come del resto è accaduto spesso anche in Italia. Ricordo come cantanti in gara al Festival di Sanremo Stevie Wonder, Louis Armstrong, José Feliciano e tanti altri».

Il cantautore maremmano, che nel 1993 aveva partecipato al Festival di Sanremo con “L’amore vero” aggiudicandosi il Premio Volare, afferma di non avere altissime aspettative sull’esito della gara. «Avere passato la preselezione, nonostante non fossimo appoggiati da una casa discografica, è già stato un successo – dice -, tutto il resto è in più. Non mi aspetto che vinceremo la finale, gli altri concorrenti sono estremamente preparati e devo dire che in questo concorso prevale ancora una preparazione artistica autentica, fatta di disciplina e cultura musicale di artisti che hanno veramente studiato al conservatorio. In questa gara non esistono cantanti ‘improvvisati’ e quindi da un punto di vista tecnico è tanto difficile quanto bello. Inoltre c’è un pubblico davvero meraviglioso».

Questa sera, la finale sarà trasmessa in diretta dalla rete Tvr, il canale nazionale principale rumeno visibile sia sul web che sul satellite alle ore 20,00 (ora italiana). «Spero di non dimenticarmi le parole della canzone – racconta scherzando – ma per fortuna ho con me Tiziana con la sua voce straordinaria e una capacità interpretativa fuori dal comune. E’ un vero animale da palcoscenico». E Sanremo? «Un po’ mi sento come un “cervello in fuga”, anche se in un contesto diverso. L’edizione di quest’anno? Ammetto di non averla vista».